PIETRO ALFANO

finisterre.tumblr.com

“Isole dentro l’isola: questo è appunto lo stemma della nostra

solitudine,
 che vorrei con vocabolo inesistente definire

“isolitudine”

Gesualdo Bufalino (1920-1996)

 

La solitudine è una condizione esistenziale.

Nella lingua italiana, la parola solitudine è connotata negativamente.

Chi vive in solitudine è un reietto, un disadattato, un emarginato.

Nella lingua inglese invece esistono due termini distinti: loneliness

e solitude.

La loneliness è uno stato imposto, e in quanto tale ha una accezione negativa.

la solitude invece è una libera scelta.

titolo (ISOLITUDINE?) è un tentativo di riflessione sulla solitudine.

È la società odierna che impone l’individualismo e il conformismo come

unica forma di affermazione solipsistica?

Oppure oggi è ancora possibile una ricerca personale, una crescita

interiore che porta a ritagliarsi una dimensione invisibile di

relazione profonda con l’Io?

REGARDE PERSONNEL/ESPACE COMMUN